Un piccola guida proposta da PsychologyTools per fronteggiare ansia e preoccupazione durante l’emergenza Coronavirus

Un piccola guida proposta da PsychologyTools per fronteggiare ansia e preoccupazione durante l’emergenza Coronavirus

A mio parere uno degli strumenti più carini sviluppati in questi giorni, per tutti, su come gestire ansia e preoccupazione durante l’emergenza Coronavirus. Disponibile sul PsychologyTools, liberamente scaricabile e tradotta in varie lingue, tra cui l’italiano (grazie alla traduzione di: Ilaria Fonzo e Marion Santorelli). Un piccolo concentrato di terapia cognitivo-comportamentale che può essere utile.

Free Guide To Living With Worry And Anxiety Amidst Global Uncertainty

 Continua a leggere

COVID-19. Il contributo degli psicologi difronte all’emergenza sanitaria

COVID-19. Il contributo degli psicologi difronte all’emergenza sanitaria

L’emergenza COVID-19 costituisce una sfida sanitaria enorme, caratterizzata dal fatto che investe particolarmente la dimensione psicologica. Sono rimasto molto colpito dalla risposta della mia comunità professionale, e non smetterò mai di meravigliarmi sul contributo che può dare la psicologia. Questo articolo non ha la pretesa di essere esaustivo, vuole semplicemente essere uno omaggio alla mia professione, convinto che il lavoro mio e di tanti miei colleghi sia utile ad affrontare questi tempi di crisi caratterizzati da tanta sofferenza, rinunce e aspettative.

Partiamo da una delle esperienze più vissute in questi giorni: la paura. Come gestirla? Da quando è entrato nelle nostre vite il Coronavirus, la paura è emersa in tutta la sua forma. È importante ribadire che la paura è … Continua a leggere

Dieta e disturbi alimentari negli adolescenti

Dieta e disturbi alimentari negli adolescenti

Come psicologo, ho accolto con grande favore le nuove linee guida dell’American Academy of Pediatrics in tema disturbi del comportamento alimentare negli adolescenti. Si propone un approccio centrato sulla prevenzione, psico-educativo e univoco, valido cioè per tutti gli adolescenti, non solo per quelli con manifeste patologie del comportamento alimentare. Si approfondisce inoltre il rapporto tra dieta e disturbi alimentari in età adolescenziale.
COSA SUGGERISCONO LE LINEE GUIDA?
In tempi in cui si assiste sempre di più al proliferarsi delle diete “fai da te” e alla diffusione e condivisione di irrealistici modelli di bellezza, le nuove raccomandazioni suggeriscono ai pediatri e ai genitori come muoversi per aiutare i teenager ad evitare sia l’obesità sia il pericolo di sviluppare un disturbo
Continua a leggere
Stranger Post-it

Stranger Post-it

“Qual è il discrimine per far nascere un sospetto?!”

Questo è l’interessante quesito con cui si chiude un bel post apparso su Sonetto Bit qualche giorno fa. Lungi da me valutare a fondo la bontà della campagna pubblicitaria, da psicologo sono molto più interessato all’interrogativo “epistemologico” che l’autrice pone.
La reazione emotiva citata è il panico. Quanto racconta l’autrice, ossia la risposta emotiva di un’intera comunità in conseguenza della comparsa di post-it appiccicati qua e là, evoca alla mia memoria alcuni studi di psicologia sociale aventi come tema l’influenza delle emozioni sulla percezione di vulnerabilità.
Assumendo una prospettiva diversa dalla classica impostazione cognitiva, credo che il panico sia frutto della sensazione di disorientamento dovuta ad un conseguente riduzione
Continua a leggere
“Translation Problem”, neuroscienze e fenomenologia

“Translation Problem”, neuroscienze e fenomenologia

In futuro saremo obbligati a “tradurre” nel quotidiano ogni scoperta proveniente dal mondo neuroscientifico? Saremo costretti a modificare il modo in cui concepiamo e parliamo delle emozioni e dei nostri sentimenti in seguito alla pubblicazione di autorevoli studi che ci informano su quali siano le aree corticali attive mentre guardiamo la foto della nostra fidanzata/o, o mentre la/lo stiamo pensando? Finiremo per prendere le decisioni migliori solo perché abbiamo capito come funziona in termini neurobiochimici e cognitivi il processo di decision making?

Questo si chiede con un certo stupore Neuroskeptic riprendendo il neanche troppo provocatorio paper pubblicato recentemente da alcuni ricercatori olandesi, avente appunto come tema il “Translation Problem“. Per Translation Problem si intende proprio … Continua a leggere